Corsi di formazione per insegnanti, educatori,
operatori socio-educativi


La SILFS – Società Italiana di Logica e Filosofia delle Scienze – eroga corsi di formazione per insegnanti di Scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie su temi legati alla progettazione di percorsi didattici per promuovere e potenziare l’acquisizione di conoscenze, abilità e competenze trasversali legate al ragionamento e al pensiero scientifico.

I corsi sono tenuti da docenti esperti su temi di logica e filosofia della scienza e da docenti esperti nella progettazione per competenze. Sono condotti in modalità laboratoriale e tengono conto delle tecnologie e delle strategie emergenti per la didattica (incluse quelle digitali) anche in contesti di bisogni educativi speciali.

Il catalogo dei corsi di formazione SILFS include, al momento, i seguenti.

  1. Coding e sviluppo del pensiero computazionale: concetti, tecnologie, progettazione didattica.
  2. Logica e Argomentazione: concetti, metodo, progettazione didattica
  3. Pensiero scientifico: concetti, metodo, progettazione didattica
Attivazione dei corsi e modalità di erogazione

I corsi SILFS sono rivolti

  1. al corpo docente (minimo 12 partecipanti) di singoli Istituti: il corso verrà erogato nella sede dell’Istituto stesso, o
  2. singoli docenti interessati di diversi Istituti (minimo 20 partecipanti): in questo caso, il corso verrà attivato in una sede geograficamente prossima ai docenti.

Le date e gli orari delle lezioni saranno concordate con il gruppo dei docenti partecipanti.

Costi e modalità di pagamento

I costi e le modalità di pagamento variano in base alle modalità di attivazione (vedi punto precedente).

  1. Qualora il corso venga erogato per il corpo docente di un singolo Istituto, l’Istituto stesso dovrà versare un contributo pari a €1000,00.
  2. Qualora il corso sia rivolto a docenti singoli, ogni docente sarà tenuto a versare un contributo pari a €70,00. Non potrà far gravare il costo sulla propria Carta Docente.

Coding e Pensiero Computazionale: concetti, tecnologie, progettazione didattica

Obiettivi

Il corso si propone di fornire ai docenti le conoscenze, abilità e competenze necessarie alla progettazione di percorsi didattici basati su attività di coding e di programmazione robotica per lo sviluppo di competenze legate alla soluzione di problemi in scuole dell’infanzia, primarie e secondarie. Gli obiettivi sono definiti in termini di conoscenze, abilità e competenze.

  1. Acquisizione di conoscenze e teorie di sfondo sui principali concetti implicati nelle attività di coding e robotica educativa (programma, robot, computer, hardware, software, sensori, motori…), sulla struttura dei robot, sugli usi dei robot per la didattica e per la promozione di competenze relazionali ed emotive.
  2. Acquisizione di capacità di coding e di programmazione di robot didattici.
  3. Promozione di capacità e competenze legate alla progettazione e valutazione di attività di coding e programmazione robotica per lo sviluppo di competenze legate alla soluzione dei problemi in scuole dell’infanzia, primarie e secondarie.

Il corso si avvarrà di docenti esperti nell’analisi concettuale ed epistemologica dei fondamenti dell’informatica, della robotica e dell’intelligenza artificiale e delle loro applicazioni didattiche.

È rivolto a insegnanti di Scuola Primaria e Secondaria, a educatori, a operatori socio-educativi.

Programma

Il corso è articolato in 20 ore così suddivise.

  1. Riflessione teorica sui concetti chiave del coding e della programmazione robotica (4 ore).
  2. Apprendimento di abilità di base di coding e di programmazione robotica (12 ore).
  3. Preparazione collaborativa di percorsi didattici basati su attività di coding e di programmazione robotica per lo sviluppo di competenze legate alla soluzione di problemi, basati sulle conoscenze acquisite al punto 1 e sulle abilità acquisite al punto 2 (4 ore).

Logica e Argomentazione: concetti, metodo, progettazione didattica

Obiettivi

Lo sviluppo di competenze logico-argomentative è parte integrante degli obiettivi di apprendimento trasversali nelle scuole di vario ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di secondo grado, e contribuisce in modo sostanziale al raggiungimento di traguardi formativi disciplinari di ampio spettro, da quelli di area linguistica a quelli di area scientifico-tecnologica. Le competenze logico-argomentative sono ovviamente attivate in qualsiasi contesto di vita che richieda comunicazione e soluzione collaborativa di problemi. È dunque particolarmente importante riflettere su come promuovere in classe lo sviluppo di tali abilità e competenze. Il corso di formazione, tenuto da ricercatori esperti nello studio delle forme del ragionamento e nella progettazione di percorsi di apprendimento, si pone i seguenti obiettivi definiti in termini di conoscenze, abilità e competenze.

  1. Acquisizione di alcune conoscenze logiche di base (linguaggi formalizzati; semantica e sintassi; inferenze e calcoli deduttivi).
  2. Promozione di capacità legate al riconoscimento della struttura logica di enunciati e argomenti, alla formalizzazione di enunciati e argomenti espressi in linguaggio naturale, al riconoscimento di fallacie argomentative.
  3. Promozione di capacità e competenze legate alla progettazione e valutazione di attività per lo sviluppo di competenze logico-argomentative in studenti di scuole primarie e secondarie.

Il corso è rivolto a insegnanti di Scuola Primaria e Secondaria, a educatori, a operatori socio-educativi.

Programma

Il corso è articolato in 20 ore così suddivise.

  1. Riflessione teorica sui concetti chiave della logica (4 ore).
  2. Attività di gruppo sul riconoscimento della struttura logica di enunciati e argomenti, sulla formalizzazione di enunciati e argomenti espressi in linguaggio naturale, sul riconoscimento di fallacie argomentative (12 ore).
  3. Riflessione collaborativa sulla progettazione didattica per lo sviluppo di competenze logico-argomentative (4 ore).

Pensiero scientifico: concetti, metodo, progettazione didattica

Obiettivi

La scienza riveste un ruolo fondamentale all’interno della società contemporanea sia come forma di conoscenza della natura sia per l’impatto dei suoi prodotti tecnologici. Oggi più che mai, dunque, si rende importante una riflessione interdisciplinare sui concetti fondamentali del pensiero scientifico, che coinvolga gli insegnanti delle singole discipline scientifiche assieme a quelli delle materie umanistiche, a tutti i livelli. Sempre più spesso, infatti, temi di natura scientifica divengono oggetto di dibattito pubblico (per esempio, i vaccini, il cambiamento climatico, l’evoluzionismo), riproponendo la questione filosofica di quali teorie debbano considerarsi parte della scienza e quali no. Inoltre, la diffusione dei mezzi di comunicazione aumenta l’esposizione a fake-news di carattere scientifico e tecnologico, da cui è necessario che gli studenti imparino a proteggersi attraverso l’acquisizione delle forme di ragionamento proprie del metodo scientifico. Il corso, che si avvarrà di docenti esperti nell’analisi concettuale ed epistemologica dei fondamenti della scienza e delle loro applicazioni didattiche, si propone i seguenti obiettivi definiti in termini di conoscenze, abilità e competenze.

  1. Acquisizione di alcune conoscenze basilari sulla struttura del pensiero scientifico (spiegazione scientifica, il progresso della scienza, le leggi di natura e la loro conferma empirica, la demarcazione tra “scienza” e “pseudoscienza”) attraverso gli strumenti propri della riflessione filosofica contemporanea.
  2. Promuovere nel docente l’abilità di riflettere criticamente sulla demarcazione fra teorie scientifiche e non-scientifiche, con particolare riguardo a questioni di attualità; di identificare le questioni metodologiche fondamentali che emergono nelle diverse branche della scienza; di riconoscere caratterizzazioni improprie del metodo scientifico che emergono in contesti divulgativi o giornalistici; di applicare le forme di ragionamento proprie del pensiero scientifico per proteggersi dalle fake news.
  3. Promuovere abilità e competenze relative alla progettazione didattica finalizzata allo sviluppo, negli studenti, di un’immagine appropriata del metodo scientifico che rifletta lo sviluppo-storico critico della scienza; alla riflessione su temi scientifici oggetto di dibattito socio-politico, coniugando gli aspetti umanistici e quelli scientifici; allo sviluppo di metodologie e procedure di problem-solving basate sugli strumenti propri del metodo scientifico; allo sviluppo degli strumenti essenziali del ragionamento critico, utili per esempio per proteggersi dalle fake news di carattere scientifico e tecnologico.

Il corso è rivolto a insegnanti di Scuola Primaria e Secondaria, a educatori, a operatori socio-educativi.

Programma

Il corso si articola in 20 ore così suddivise.

  1. Riflessione teorica sui concetti chiave della scienza nel suo sviluppo storico-critico, sugli elementi del metodo e del pensiero scientifico, e sulle sue relazioni con altre forme di conoscenza (8 ore).
  2. Apprendimento di abilità di base relative al ragionamento critico (valutazione degli argomenti, riconoscimento delle forme di inferenza, sperimentazione di strategie cognitive di base) e al metodo scientifico (selezione delle ipotesi teoriche, progettazione del controllo sperimentale, valutazione dell’evidenza e del suo impatto sulla teoria) (8 ore).
  3. Riflessione sulla progettazione di percorsi didattici per lo sviluppo e il potenziamento del pensiero critico e scientifico, basati sulle conoscenze acquisite al punto 1) e sulle abilità acquisite al punto 2) (4 ore).